Il nostro matrimonio: i preparativi | matrimonio Baronesse Tacco

La mattina del nostro matrimonio

Ed eccoci qui, a raccontarvi il primo capitolo del giorno del nostro matrimonio. Non vi nascondo che l’emozione nello scrivere questo post è alle stelle perchè rivedere le immagini di quella mattina fa battere forte il cuore. Per certi versi, nonostante siano trascorsi più di quattro mesi, sembra che tutto questo sia accaduto ieri!

Nell’articolo dedicato alle nostre prematrimoniali vi avevo raccontato di quanto fosse stato strano stare dall’altra parte della macchina fotografica. Si erano svolte il giorno prima del nostro matrimonio ed ormai l’impazienza di sapere cosa sarebbe accaduto “domani” era forte. Una volta finite le nostre prematrimoniali, abbiamo recuperato la montagna di scatoloni che sarebbero serviti per il giorno dopo, carichi di dettagli, regali ed ovviamente, i nostri abiti! Abbiamo riempito la nostra auto dimostrandoci grandi esperti di tetris (avreste dovuto assistere alla scena!) e siamo partiti verso Baronesse Tacco, dove avremmo dormito quella sera, pronti per iniziare il nostro grande giorno in un posto che adoriamo follemente!

Era una giornata meravigliosa, insolitamente calda per essere quasi autunno, il cielo era terso ed il sole ricopriva tutto con la sua luce dorata. E noi eravamo felici.

Passeggiavamo per la location con la testa piena di pensieri ed emozione. Era normale essere lì, ma allo stesso tempo era estremamente strano perchè dopo aver fotografato diversi matrimoni in questo luogo magico, questa volta eravamo noi i protagonisti. Ed intanto la mente viaggiava con la fantasia.

Quella mattina la sveglia aveva suonato prima dell’alba. Fuori dalla finestra il cielo iniziava a schiarire e dei nuvoloni grigi oscuravano il sole che stava nascendo. Ma non mi interessava nulla. Questo era il nostro giorno e sarebbe stato splendido a prescindere dal meteo. Poco dopo essermi svegliata ed aver fatto colazione, hanno iniziato ad arrivare tutti, parrucchiera, truccatrice, testimoni, genitori. La stanza si stava riempiendo di risate e frenesia.

Gli uomini si sa, possono svegliarsi anche più tardi. I loro preparativi durano poco rispetto a quelli delle donne, ma l’emozione è la stessa!

Quanto l’ho sognato questo abito. Man mano che il giorno del nostro matrimonio si stava avvicinando, più desideravo indossarlo. Quella mattina l’ho guardato in continuazione, immaginando il momento in cui l’avrei indossato ed avrei camminato verso Andrea. Mi aveva colpito da subito per la sua leggerezza ed il suo romanticismo, con quel tocco di rosa cipria che mi ha sempre affascinato.

Nel frattempo, nella stanza degli uomini si brindava… e si brindava!

Dopo aver già iniziato a festeggiare alla grande, per Andrea era arrivato il momento di prepararsi. Sembrava surreale che stesse realmente accadendo.

 Andrea mi odierà per aver inserito questa foto 😛

Nella mia stanza i preparativi erano quasi finiti… stava arrivando quel momento che avevo immaginato e immaginato all’infinito.

E dopo aver consegnato alle damigelle il mio pensiero per loro ed aver brindato insieme, sono andata a prendere il vestito… quel momento era arrivato!

Che emozione farmi vedere da mio papà… è una sensazione impossibile da descrivere, ma l’unica cosa che posso dirvi è che ero felice ed impaziente di vedere Andrea, abbracciarlo e stringerlo forte.

Vi auguro una meravigliosa giornata e ci rivediamo col prossimo capitolo sul nostro matrimonio!

Ilaria

Special thanks:
Michela di Un diavolo per capello per l’acconciatura;
Elisa Lagazzo per il trucco;
Fioribri per i bouquet e gli altri fiori meravigliosi;
Atelier Fausto Sari per lo splendido abito di Nicole Spose;
Fer Juaristi per queste immagini incredibili!

Leave a comment