Il nostro Dietro le quinte 2018

Il nostro Dietro le quinte 2018

Abbiamo da poco concluso la nostra stagione di matrimoni del 2018 ed è arrivato quel momento dell’anno in cui ci si guarda indietro, per dare un’occhiata a cosa è successo e a cosa si è fatto. E sfogliando tra le foto dei matrimoni, siamo incappati inevitabilmente nei nostri “backstage”, con tanto di risate da parte nostra (anch’esse inevitabili). Sì, è arrivato il momento di mostrarvi il nostro Dietro le quinte 2018.

In questo articolo vedrete un pò di tutto, dalle prove flash, al mio lanciatore di veli preferito (Andrea resta sempre imbattibile in questo!), ad espressioni che sarebbe meglio lasciare nell’hard disk e a situazioni tragicomiche.

Pronti? Iniziamo con un pò di foto backstage tratte dalle prematrimoniali, dove siamo vestiti un pò più comodi rispetto al giorno del matrimonio.

Qui potete ammirarmi in tutta la mia agilità! D’altronde, se per scattare la foto che avevo in mente devo arrampicarmi sulle rocce, cosa potevo fare?

Ecco cosa succede quando la coppia di sposi che stavi fotografando fino a poco prima con i piedi immersi nel torrente ti invita a fare lo stesso! Era a dir poco gelida!

Una foto backstage tratta dalle prematrimoniali in Australia. L’articolo su questo servizio lo pubblicherò con l’anno nuovo, quindi restate sintonizzati!

Ed ora si inizia con le foto scattate durante i matrimoni… pronti a divertirvi?

Io alla ricerca dei riflessi… anche se sembro più un’appassionata di bicchieri pieni di Prosecco in questo caso.

Faccia da: “Ops, mi hai visto!”

Arriva la sposa! Arriva la sposa!

Andrea ha una dote nel fotografarmi nei momenti in cui ho le espressioni migliori!

Lo scatto felino. Di sicuro ci teniamo in allenamento durante la stagione dei matrimoni.

Scene di vita quotidiana.

Gli sposi stanno per uscire dalla chiesa per il lancio del riso. Ci piace stare nel vivo della scena, immersi nella folla o in prima fila (con il risultato che veniamo sommersi di riso più degli sposi!).

Dall’espressione sembra che volessi assalire il buffet… in realtà volevo semplicemente fotografarlo (sì certo).

Ed eccolo il mio lanciatore di veli/strascichi preferito!

Ho perso il conto di quante volte ho assunto questa posizione. Le cose sono due: ho indosso delle zeppe o mi porto una scaletta!

Andrea ritratto nel suo particolare momento di “Andrea vede cose”.

Nella foto di sinistra potete vedere come Andrea mi stia facendo da tester per trovare il punto migliore in cui fotografare gli sposi con quel meraviglioso panorama… e a destra mentre sta comunicando agli sposi che dovranno andare fin lassù! Le nostre coppie non si tirano mai indietro per le foto!

Arriva l’inverno e si sfruttano gli addobbi natalizi… assumendo le posizioni più assurde.

Vi starete chiedendo cosa stia facendo Andrea in questa foto… non solo mi fa il favore di sostituire il vento lanciando i veli, ma funge anche da nuvole oscurando la luce del sole sugli sposi. Un uomo da sposare… ops, già fatto!

Ecco cosa succede quando si entra in una Spa per raggiungere un luogo in cui fotografare gli sposi. La cosa divertente è che ci siamo scattati questa foto senza sapere che l’altro aveva fatto lo stesso. Ormai siamo telepatici.

E durante il ricevimento? Trova l’intruso!

E come non mostrare le favolose espressioni del momento “prova flash”? Sono i migliori scatti a tradimento!

Quando cerco di farmi foto “serie” e sono peggio delle foto da “prove flash”.

I selfie alternativi dei fotografi… perchè gli specchi sono irresistibili!

E non solo gli specchi, aggiungerei! (Anche in questo caso ci siamo scattati la stessa foto, senza saperlo, in due momenti completamente diversi del pomeriggio). Siamo senza speranza!

Quando inizia la festa ci buttiamo nella mischia, per fotografare da vicino gli sposi e gli ospiti che si divertono. Capita che ci prendiamo una gomitata o una pestata sul piede, però ne vale la pena!

Anche quest’anno mi sono divertita un sacco a scrivere questo articolo perchè, a parte le espressioni ridicole che facciamo senza accorgercene, è sempre piacevole ed emozionante rivivere quei momenti. Ricordo i suoni, le risate, la musica a tutto volume, il caldo, il vento freddo, le emozioni. La fotografia è la miglior macchina del tempo, senza dubbio!

Vi auguro una splendida giornata,

Ilaria

Leave a comment