Da fotografa a sposa: cosa significa “foto postprodotte” o “elaborate” ?

Cosa vuol dire quando si parla di "foto postprodotte" o "foto elaborate" ?

Vi è mai capitato di sentir parlare i fotografi tra di loro e non capirci nulla? Oggi vi spiegherò proprio il significato di alcuni termini ed in particolare cosa significa il termine Foto Postprodotte o Foto Elaborate.

Quando gli sposi si approcciano per la prima volta con un fotografo di matrimonio, potrebbero sorgere non poche domande. Molto spesso i fotografi usano dei termini specifici che sono poco chiari alle persone che non lavorano in questo ambito e capita perchè, avendo a che fare con la fotografia ogni giorno,  si dà per scontato il significato di questi termini.

Partiamo dal principio. Comunemente si pensa che il lavoro del fotografo di matrimonio riguardi unicamente la fase di scatto durante il matrimonio, quindi proprio lo scattare le fotografie dell’evento. Sì, ma non si esaurisce tutto qui. Una volta terminato il servizio fotografico ci sono tutta una serie di altri processi che interessano il workflow del fotografo, primo tra tutti il backup, ossia la fase di copia delle immagini scattate in quella giornata sugli hard disk che possono essere più di uno (quindi bisognerà copiare le immagini più di una volta). Noi personalmente siamo piuttosto fissati coi backup. Prima di tutto scattiamo le immagini con macchine fotografiche che permettono il backup integrato all’interno della stessa macchina e quindi nel momento in cui viene scattata una foto, questa viene salvata simultaneamente su due schedine. E poi una volta arrivati in studio, copiamo quelle schedine sugli hard disk contenuti all’interno di un Nas, ossia una specie di cubo che contiene nel nostro caso 4 hard disk. Ma visto che per noi non è abbastanza, li copiamo anche in cloud… così, per sicurezza! 

Dopo aver copiato le immagini negli hard disk ed aver effettuato il backup, inizia una fase che è chiamata Cernita o Selezione delle immagini in cui appunto vengono riguardate tutte le immagini scattate in quella giornata, una ad una, e selezionate quelle che passeranno poi alla fase successiva ossia la famosa fase di Postproduzione o Elaborazione.

È qui che si svolge la magia. Le immagini vengono modificate attraverso specifici programmi (c’è chi usa Lightroom, chi Photoshop, ce ne sono diversi). Noi utilizziamo Lightroom ed attraverso questo software andiamo ad agire su ogni singola immagine. Modifichiamo l’esposizione, il contrasto, adattiamo le tonalità dell’incarnato (che magari potrebbe aver assorbito alcune dominanti non proprie del colore della pelle)… insomma, gli applichiamo il nostro stile. Ciò significa che per raggiungere i colori delle immagini presenti sui nostri canali social o sul nostro sito internet, è stato fatto tutto un lavoro in postproduzione. Magari le immagini uscissero pronte così dalla macchina… di sicuro Andrea (che si occupa di questa fase), risparmierebbe un sacco di ore al computer. 

La postproduzione è una fase che ci piace molto perchè attraverso di essa la foto emerge e prende i tratti caratteristici del nostro stile… diventa nostra perchè ci rappresenta. 

Vi mostro qui sotto alcuni esempi!

[BA Plus Slider "7" not found]

Spero di aver messo un pò di chiarezza su questo aspetto del workflow del fotografo ed esser riuscita a spiegare cosa significhi Foto Postprodotte o foto Elaborate, ma se avete dubbi e domande, scrivetele pure nei commenti!

Leave a comment