M

Matrimonio Villa Attems: gioco di riflessi

Matrimonio Villa Attems

Ad ogni matrimonio, cerchiamo di ricercare qualcosa che valorizzi la situazione che stiamo fotografando. Quel “qualcosa” può essere un elemento che contestualizzi l’immagine in una scena o che si posizioni in primo piano davanti ai soggetti per creare una maggior tridimensionalità. Oppure, può trattarsi di un riflesso, come in questo caso.

Per chi non avesse già scoperto i retroscena di questa foto attraverso una nostra Story su Instagram, in questo articolo della rubrica “Dietro la foto” vi spiegherò come abbiamo creato questo riflesso ottenendo un’immagine minimale, come piace a noi.

Per realizzare il riflesso, Andrea si è avvalso di una cosa che davvero in pochissimi hanno (sto scherzando!). Si tratta di un semplice smartphone!
Posizionandolo orizzontalmente e avvicinandolo molto alla lente, Andrea poteva vedere attraverso il mirino come il riflesso cambiasse con dei piccolissimi movimenti. Ha scattato diverse foto, in modo tale da poter poi scegliere in un secondo momento, il riflesso che più gli piaceva. Ed ha vinto l’immagine che trovate qui sotto!

Tuttavia, non è bastato semplicemente “sfruttare” lo schermo del suo smartphone come specchio, ma è stato necessario aggiungere un lavoro anche in postproduzione. Lo vedrete meglio nel “Prima&Dopo” che ho inserito alla fine dell’articolo, ma vi posso già dire che per annullare totalmente ciò che si vedeva nella parte bassa dell’immagine, Andrea ha usato un gradiente per alzare le alte luci, solo di quella parte.

L’effetto finale è esattamente quello che aveva in mente e la luce del tramonto, unita all’affiatamento della coppia, ha reso tutto ancor più speciale!

Sony Alpha7 mkIII + Canon 50mm f1.2
1/1000sec, f1.2, iso 100

matrimonio villa attems

Qui sotto potete vedere il Prima&Dopo, in cui è sicuramente più chiaro il concetto riguardante il gradiente aggiunto in Lightroom di cui vi parlavo poche righe sopra.

Sposa Sposo Matrimonio Luogo Locationmatrimonio villa attems

Vi auguro una splendida giornata,

Ilaria

Commenti
Aggiungi un commento

CHIUDI MENU