L

La boccetta di vetro

Nelle nostre immagini, cerchiamo sempre di far capire qual è il contesto in cui è stata scattata quella foto. Durante i ritratti amiamo usare ciò che abbiamo a nostra disposizione in quel momento proprio per contestualizzare la scena.

Questa immagine che vedrete tra poco ha suscitato molta curiosità quando l’ho postata sul nostro profilo Instagram tanto da darvi già un’anticipazione attraverso le nostre Stories di com’era stata scattata. Oggi ve lo racconto qui,  attraverso la rubrica “Dietro la foto”.

Ci troviamo nel meraviglioso teatrino di Valvasone, dov’è possibile celebrare la cerimonia del proprio matrimonio. La sposa aveva curato ogni dettaglio, volendo dare un’impronta molto chic e naturale al matrimonio ed utilizzando l’ulivo come filo conduttore. Anche il portafedi rispecchiava questo tema: era una boccetta di vetro, forata da entrambi i lati ed al cui interno conteneva le fedi, appoggiate su un letto di foglie d’ulivo. Una vera meraviglia!

Così, quando al termine della cerimonia ci siamo soffermati all’interno del teatrino assieme agli sposi per qualche foto, ecco che quel portafedi ha fatto nuovamente la sua ricomparsa.

Andrea, per evitare una maniglia poco fotogenica ed eliminare alcuni elementi di disturbo, ha usato la boccetta. L’ha posizionata in primo piano e ha sfruttato il foro presente al centro facendo comparire così gli sposi attraverso esso. In più, il tavolo su cui era appoggiata la boccetta, era lucido e ciò gli ha permesso di aggiungere un ulteriore riflesso nell’immagine.

Quando ci sono elementi di disturbo che andrebbero a togliere qualcosa all’immagine, cerchiamo sempre di mettere in primo piano qualcosa che li oscuri. Amiamo le immagini pulite!

Per raggiungere questa foto, Andrea ha scattato una sequenza di una decina di immagini, scegliendo quella in cui gli sposi comparivano perfettamente al centro.

Fuji XT2 + 23 f1.4 @1.4
iso 2500, 1/160

matrimonio a Valvasone

Ed ora vi mostro anche il prima e dopo!

Buona giornata,

Ilaria

Commenti
Aggiungi un commento

CHIUDI MENU